Villa Serena Solagna

Via Roma n. 4
36020 Solagna (VI)
Tel 0424 816125
Fax 0424 558979
Mail: ufficioprotocollo@villaserena-solagna.it
PEC: protocollo.villaserenasolagna@pecveneto.it


Dimensioni Carattere: A + A - Reimposta

Servizio Educativo

Il servizio costituisce un riferimento importante per la condizione psicologica, relazionale ed affettiva degli ospiti; esso contribuisce a dare serenità e tranquillità nella vita quotidiana. Compito dell’animazione è dare dinamicità a tempi e spazi della casa in un clima sereno e piacevole.

Le attività sono finalizzate a valorizzare la persona dell'anziano nella sua globalità rispettando la sua capacità decisionale, i suoi ritmi, stili e diversità di temperamento e di carattere.
Le attività animativo-educative proposte e ideate per e con gli ospiti del Centro Servizio hanno in comune lo scopo di creare occasioni e spazi di partecipazione, offrendo non solo svago ma anche opportunità di impegno, facilitando la partecipazione spontanea. L’obiettivo è quello di offrire stimoli al mantenimento dell’autonomia, recuperare la voglia e la capacità di stare insieme.

La Casa, attraverso specifiche  iniziative, programma momenti di incontro e scambio con le altre realtà del territorio (amministrazione comunale, parrocchia, scuole,…), rendendo partecipi anche i familiari degli ospiti che restano il primo significativo riferimento per l’anziano.

Il principale strumento di lavoro dell’educatore è la relazione con l’ospite attraverso la quale si instaura un rapporto di fiducia reciproca che dà senso e significato ad ogni proposta ed attività.

Le attività proposte hanno carattere ludico-occupazionale e costituiscono uno stimolo per la creatività, la motricità e la socializzazione.

Le attività sono programmate tenendo conto delle caratteristiche degli ospiti e secondo un piano individualizzato previsto all’interno della U.O.I.

L’educatore partecipa, assieme alle altre figure professionali, all’Unità Operativa Interna.

La definizione del Piano Assistenziale Individuale (PAI), basata su una valutazione multidimensionale, permette, inoltre, di individuare obiettivi specifici e coordinare gli interventi delle diverse professionalità, in modo quanto più possibile condiviso con l’ospite e la sua famiglia.

L’educatore professionale, sulla base dei progetti mirati orienta il suo intervento:

- Promuovendo e sollecitando l’attivazione di interessi negli utenti;

- Programmando e realizzando attività espressive culturali, occupazionali e di utilizzo del tempo libero;

- Prevenendo attraverso lo svolgimento di attività, il sorgere di diverse manifestazioni di disagio;

- Promuovendo e stimolando i rapporti tra anziani ospiti e loro familiari, volontariato e mondo esterno all’Istituto in genere;

- Formando, anche in collaborazione con la Psicologa, la persona anziana alla vita comunitaria e curando, in particolare, la delicata fase dell’ accoglimento;

- Programmando e coordinando l’attività degli LSU e dei Volontari nell’ambito Educativo-Animativo;

- Collaborando con altre figure professionali per l'elaborazione e l'attuazione di progetti mirati e multidisciplinari, organizzando incontri di sensibilizzazione della terza età e sulle metodologie da adottare anche in un'ottica di  prevenzione e gestione familiare.

Progetto Gentlecare:

Villa Serena ha scelto il metodo Gentlecare come linea guida operativa nella gestione del servizio. Gentlecare, ideato e promosso dalla terapista canadese Moyra Jones, è un sistema di cura protesico che si sviluppa a partire dalla comprensione profonda della malattia e del tipo di disabilità che provoca, per poi cogliere e valorizzare le capacità residue del malato, la sua storia e i suoi desideri, nell’intento di perseguire il suo benessere con un sistema in grado di sostenerlo.
“Spazio, Persone, Programmi” sono i tre elementi fondamentali della protesi di cura che viene progettata, dall’équipe multiprofessionale che applica Gentlecare, per ogni persona affetta da demenze.
Il metodo sottende anche agli aspetti organizzativi del servizio. Il personale, ad esempio, che rappresenta il principale agente terapeutico, va selezionato con modalità che permettano di valutare la presenza di caratteristiche Gentlecare come la flessibilità, il senso dell’umorismo, la capacità di osservare, l’uso di un linguaggio chiaro e obiettivo, esperienze positive di vita con gli anziani, la capacità di risoluzione creativa di problemi.
Cruciale è l’alleanza terapeutica tra famiglia e operatori, che si rende concreta nel coinvolgimento dei familiari nell’elaborazione del progetto individualizzato, in una costante informazione, nella programmazione di incontri informativi, nella possibilità di sollievo nella cura. Infine la progettazione e la configurazione degli spazi, l’arredo, la luce e i colori sono un elemento importante nella cura della persona.

Un momento, che rientra nel metodo Genltecare, particolarmente gradito e condiviso è il Caffè Sereno.

Attività di animazione, Rapporti con il Territorio, Volontariato e Istituti scolastici/tirocini

La programmazione del servizio educativo - animativo prevede iniziative di animazione a favore degli ospiti con l’obiettivo di valorizzare le loro abilità, di migliorare la qualità di vita, mantenendo vivo il patrimonio individuale grazie ad un’atmosfera familiare e ad elementi di riferimento in cui l’ospite trova sostegno al proprio disagio. Tra le proposte socializzanti si ricercano occasioni di ritrovo con i familiari e con le realtà territoriali, le scuole e le associazioni di volontariato locali al fine di far vivere agli anziani la comunità. Il tutto coadiuvato dal metodo Gentle Care con le sue specifiche strategie protesiche e relazionali.

Il servizio costituisce un riferimento importante per la condizione psicologica, relazionale ed affettiva degli ospiti; esso contribuisce a dare un senso di appartenenza e di tranquillità nella vita quotidiana.

Di seguito le attività proposte:

- laboratorio multisensoriale e di stimolazione cognitiva

- laboratori manuali: tra cui creta, pasta di sale, grafico-pittorica, recupero-riciclo-riuso, lana e tessitura.

- laboratori di cucina

- laboratorio musicale e canoro

- laboratorio ludico-motorio

- laboratorio giardinaggio ed orto

- laboratorio fotografico e fototerapia

- attività audiovisiva e cineforum

- ergoterapia/attività occupazionale

- cura della persona

- lettura di gruppo e individuale

- raccolta biografica e album dei ricordi

- giochi di gruppo, tombola/pissotta, gioco dell’oca, memory, campanon, bocce, ecc.

- momenti di festa: compleanno, ricorrenze, feste tematiche

- attività svolte all'esterno, visite/gite/passeggiate

- Caffé Sereno e Serena la Tisaniera

- acquisto del giornale, riviste e libri per favorire agli ospiti la lettura e l'attualità.

- Pet Therapy: lo scopo è di implementare e realizzare progetti di pet therapy, intesi come attività di tipo educativo ricreativo e supporto psico-relazionale, preparare binomi conduttore-cane adeguati per le attività di pet therapy. L’Attività Assistita con gli Animali è particolarmente indicata per promuovere, come obiettivo generale, la salute e il benessere psicofisico degli ospiti; in base alle caratteristiche dei fruitori sarà possibili perseguire obiettivi più specifici, come ad esempio:  stimolazione motoria (passeggiate, accudimento, gioco etc)  stimolazione cognitiva (attenzione, memoria, linguaggio, etc)  incrementare le interazioni verbali  stimolare abilità creative  stimolare emozioni positive  aumentare la capacità di socializzazione e comunicazione

Obiettivi in collaborazione con altre figure professionali:

1. RIABILITAZIONE FISIOTERAPICA ASSOCIATA ALLA PET THERAPY: mantenimento e incremento della performance motoria usando il cane come motivazione all'esercizio finalizzato ad un recupero funzionale. Terapia assistita pensata per un numero ristretto di ospiti con schede di monitoraggio- La figura di riferimento sarà la fisioterapista in turno coadiuvata da gli oss in turno, i volontari e un istruttore cinofilo con un cane.

2. ATTIVITA' RICREATIVA E DI ACCUDIMENTO CON IL GRUPPO ESTESO: La figura di riferimento sarà l'educatrice coadiuvata dagli oss in turno, i volontari, un istruttore cinofilo con 2/3 cani e un conduttore.

3. TRATTAMENTO DELLE PERSONE ALLETTATE E CON PROBLEMATICHE DI DEMENZA SENILE: visto il proposito di avere un cane residenziale nel prossimo periodo questo obiettivo verrà strutturato nello specifico non appena si individua il cane adatto al progetto. Le figure di riferimento saranno la psicologa in collaborazione con la fisioterapista in turno, l'educatrice coadiuvate dall'istruttore cinofilo.

Servizio religioso: curare le relazioni con la parrocchia e il parroco perché ci sia un filo conduttore religioso e sia garantita l'assistenza spirituale agli ospiti e il momento settimanale della S. Messa o bisogni specifici degli ospiti.

Ipab nel territorio:

Con l’obiettivo di creare relazioni con il territorio e coinvolgimento con le associazioni ed istituzioni (biblioteca, vivaio, acquisto del giornale, uscite in paese, gruppi di lettura ragazzi, relazioni con la parrocchia, coro, alpini, unitalsi)

Uscite/gite e progetto Uscite a Braccetto:

Attraverso le proposte degli ospiti, veri protagonisti, oltre che usufruenti, del progetto, stabilire delle mete nel territorio che siano facilmente raggiungibili, in modo da favorire la partecipazione anche di una tipologia di ospiti più ampia possibile.

L'uscita si può determinare una volta al mese, o anche più a seconda dell'evolversi del progetto e delle risorse in gioco. Tale progetto si pone l'obiettivo di far uscire dalle strutture i Signori ospiti al fine di:

-permettere loro un momento di novità, di respiro, di stacco dalla quotidianità residenziale

-scoprire (e anche ri-scoprire) luoghi (Chiese, parchi, mercati di paese, piazze, bar storici, mostre, scuole, teatri..etc..)

-attivare integrazione sociale con il territorio e con i soggetti che ne fanno parte

- condividere laboratori e momenti di socializzazione come il canto e i giochi di gruppo e la visita presso le reciproche strutture

-migliorare la qualità di vita degli ospiti

-rendere più vicine le altre realtà per anziani e servizi educativi al fine di condividere e confrontarsi in progetti, idee, iniziative, etc., partecipare alle iniziative proposte dalle altre strutture.

Laboratori con collaboratori esterni:

  • laboratori creativi con il gruppo giovani parrocchiale e catechesi

  • laboratori con la scuola dell’infanzia

  • laboratori di pittura con una pittrice del paese

  • laboratori con le scuole medie ed elementari

  • festa Insieme mensile: partecipazione di alcuni ospiti alla messa domenicale in parrocchia accompagnati dei volontari

Feste e iniziative:

Nel corso dell'anno si creano occasioni di feste e collaborazioni con il territorio che vanno ad ampliare il calendario delle ricorrenze e feste oltre alle seguenti che sono appuntamento fisso.

  • festa d’estate

  • festa d’autunno

  • festa Unitalsi

  • festa dell’8 dicembre

  • festa di natale

  • animazione della s. Messa con coro della catechesi

  • feste dei compleanni mensili

Progetto Sempre più vicini e Funerali:

Accompagnamento al fine vita a fianco dell’anziano e dei suoi cari partecipando infine ai funerali con l’obiettivo di condividere, “essere con”, assumendosi la responsabilità di vivere con la Persona e la sua famiglia anche nei momenti più difficili. L'educatore di prende inoltre cura della cella mortuaria perché sia decorosa ed accogliente.

Archivio fotografico e storico dei ricordi: l'educatore produce costantemente fotografie che testimoniano le attività che si realizzano andando a creare un archivio e gli “album dei ricordi” che documentano e rendono visibile il percorso, inoltre le foto vanno messe a disposizione degli ospiti e/o familiari.

ORARIO DI PRESENZA

EDUCATORE

LUNEDI'

MARTEDI'

MERCOLEDI'

GIOVEDI'

VENERDI'

SABATO

09.00
12.00

09.00
12.00

09.00
12.00

09.00
12.00

09.00
12.00

09.00
12.00

14.30
18.00

14.00
18.00

14.30
18.00

14.30
18.00

14.30
18.00

Referente  del servizio:

Dott.ssa  Enrica Pontin

Il servizio educativo è  garantito da personale di  una ditta esterna, individuata tramite gara d’appalto.

menu principale

 

modulistica

Scarica la nostra modulistica

CLICCA QUI

Foto Gallery